Vuoi imparare la SEO?
Cerca
Close this search box.

Analisi SEO

Per una strategia vincente di web marketing l’Analisi di Search Marketing e  l’Analisi SEO sono fondamentali per raggiungere buoni standard di presentazione al motore di ricerca. Sono quindi utili per l’ottimizzazione SEO e SEM della struttura tecnica e dei contenuti e per aumentare quello che in gergo tecnico viene chiamato ROI (ritorno di investimento). L’analisi di Search Marketing è il primo passo per ricavare dei dati analitici, misurando cosi il grado di ottimizzazione del sito web in esame,  proponendo suggerimenti e strategie per migliorare i punti deboli e rafforzare la propria visibilità online e che permetta di raggiungere buoni standard di vendita e profitti di rilievo.
1

Analisi del Sito Web

Verrà effettuato uno scraping completo del tuo sito, tramite l’utilizzo di diverso software come: Screaming Frog, SEOZoom, SEMRush, Majestic SEO e Ahref. Eseguita l’analisi dei dati verrà redatta una piccola guida con alcuni consigli pratici, per una migliore ottimizzazione on-page ed off-page.

2

Consulenza 3 ORE

La consulenza con un professionista SEO di tre ore permetterà di poter impostare un approfondito face-to-face su Meet di Google, per rendere effettive le informazioni ricavate dall’analisi.

L’analisi SEO consiste in una serie di operazioni che un esperto del settore effettua all’interno di un sito web; lo scopo primario è quello di risolvere i problemi che probabilmente ti stanno impedendo di posizionarti su Google in modo corretto. Pertanto l’analisi consiste in operazioni come: evidenziare criticità, problematiche ed aspetti da migliorare annessi ai contenuti, alle prestazioni della pagina, al codice HTML della stessa ed alle scelte di marketing e di UX (User eXperience). Essa si tradurrà in un report dettagliato che rimarrà a disposizione del cliente, in modo che sia a conoscenza di cosa debba essere effettuato, di quali siano le priorità da seguire e degli interventi globali o singoli da eseguire sulle pagine web del sito.

L’analisi individua tre classi di criticità all’interno del sito, ovvero:

  1. aspetti corretti, ovvero che non devono essere modificati (e che spesso devono solo essere valorizzati al meglio);
  2. aspetti migliorabili, ovvero pagine da rivedere o riottimizzare
  3. aspetti critici, cioè cose che devono essere cambiate con urgenza

In genere gli aspetti di primaria importanza all’interno di un sito riguardano, ad esempio:

  1. uso corretto del tag title, in modo che ogni singola pagina ne abbia uno chiaro, coerente col contenuto e se possibile accattivante per l’utente finale;
  2. uso corretto del meta-tag description, in modo che ogni pagina ne abbia uno chiaro, coerente col contenuto e se possibile accattivante per l’utente finale;
  3. utilizzo corretto del markup HTML su ogni pagina, con eventuale validazione ed evitando gli errori spesso causati subdolamente dai CMS;
  4. presenza dell’heading H1 in misura di una singola volta;
  5. utilizzo di corretto naming per i file immagine e presenza di attributo alt testuale;
  6. corretta e coerente distribuzione del testo all’interno della pagina;
  7. presenza delle parole chiave all’interno della pagina in modo che siano coerenti con la forma italiana e siano chiare, utili ed esplicative per l’utente finale.

Grazie all’analisi SEO sarà possibile sintetizzare i risultati annessi al sito web con un punteggio che tiene conto di: Base (cioè coding del sito, correttezza del markup HTML, title e meta-description), Contenuto (coerenza, efficacia e correttezza del copywriting), Velocità (quanto tempo impiega la pagina media a caricare, specialmente sulle connessioni più lente) e Social (aspetti legati ai social network ed alla loro corretta integrazione nel sito).

Il calcolo del punteggio è ad uso interno, ed è in genere puramente orientativo.

Esso deve essere considerato alla base di una prima valutazione di massima che possa poi portare ad un’analisi SEO più dettagliata e puntuale all’interno del nostro sito web.

Per fare un’analisi accurata, non serve solo la conoscenza approfondita, di coding (html, php ecc) e web marketing unita alla seo, ma anche gli strumenti analitici, più validi in commercio, il costo è esagerato per un libero professionista o azienda che sia.

Oltre ad essere costosi questi strumenti analitici forniscono dei dati che bisogna saper convertire poi in informazioni utili per il nostro business. Operazione non facile se non si ha una conoscenza approfondita sia degli strumenti sia del mercato del web.

Per fare un’analisi SEO di un testo, di un sito web e in generale servono anche degli strumenti per velocizzare e automatizzare il lavoro.

Alcuni dei migliori strumenti che utilizziamo:

  • Semrush: Offre una suite completa di strumenti per l’analisi delle parole chiave, l’audit del sito e la valutazione della concorrenza.
  • Google Search Console e Google Analytics: Strumenti di Google per la SEO, che offrono analisi approfondite e sono gratuiti.
  • Screaming Frog SEO Spider Tool: Utile per eseguire un SEO audit scansionando tutte le pagine ed i contenuti con opportuni sistemi.
  • Majestic: Tool indispensabile per valutare la reputazione online del tuo brand.
  • SEOZoom: è praticamente uguale a SemRush, solamente che si basa sul mercato italiano.

    Questi strumenti offrono una varietà di funzionalità per l’analisi delle parole chiave, l’audit del sito, il monitoraggio del posizionamento e altro ancora, consentendo agli esperti SEO di ottimizzare le prestazioni del sito web.

Analisi SEO per startupper, aziende, blog ed e-commerce

Implementare una strategia SEO per le startup può aiutare a creare un sito web orientato alla conversione che risponda alle parole chiave di ricerca dei clienti, migliorando il posizionamento del sito nei risultati organici e diversificando i canali di marketing

Allo stesso modo, per gli e-commerce, la SEO è fondamentale per migliorare il posizionamento, aumentare il traffico organico e potenziare la brand awareness, portando a una maggiore possibilità di conversione e di crescita del business.